Il medico medievale

Nel nostro accampamento, tra le varie figure ricostruite, è presente quella del medico-chirurgo, altresì detto cerusico.

Il banco mostra la strumentazione di un allievo della Scuola Medica Salernitana, punto d’eccellenza per la formazione dei medici in epoca Federiciana. Sul banco avrete modo di osservare diverse tipologie di strumenti: da raschiatori utilizzati per la pulizia dentale fino a seghe da amuptazione, dai cauteri per la cura delle ferite da spada agli strumenti per la rimozione delle frecce.

Il nostro medico-chirurgo illustrerà ai visitatori l’uso di questi strumenti, spiegando il contesto storico in cui si è sviluppata la scienza medica.Albucasis Chirurgia tradotta da Gherardo da Cremona

Le nostre ricostruzioni si basano sullo studio delle fonti dell’epoca, in particolare sull’opera intitolata Al-Tasrīf Liman Aegiza an al-Taʿlīf (letteralmente “Breviario per l’uso di colui che non può produrre”) dell’arabo Abu al-Qasim al-Zahrawi (latinizzato in Albucasi): completata intorno all’anno mille venne tradotta in latino nel XII secolo da Gerardo da Cremona ed influenzò profondamente lo sviluppo della medicina del periodo, tanto che fu ampiamente citata e consultata da medici qualiGuglielmo da Saliceto o Guy de Chauliac, considerati maestri di chirurgia in epoca medievale.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmail